FAQ

Frequently Asked Questions

Dove posso recarmi per utilizzare Cerc Therapy?

CERC® è presente in numerosi centri medici in tutta Italia, la maggior parte dei quali si occupa di patologie legate al mondo della riabilitazione. Per sapere dove recarvi mandate una mail a info@cerctherapy.it.

Perchè si chiama Cerc Therapy?

CERC® Therapy indica Circuito Elettromagnatico Risonante Controllato.

Su quali principi si basa Cerc Therapy?

La terapia CERC® si basa sulla emissione dei campi elettromagnetici. Sono disponibili svariate pubblicazioni che ne descrivono l'efficacia, ormai consolidata da parecchi anni.

La terapia è dolorosa?

Assolutamente indolore e addirittura piacevole, durante la terapia si può stare tranquillamente comodi senza nessun effetto "scossa elettrica" o calore.

Esistono controindicazioni?

Non ci sono effetti collaterali nell'utilizzo dell'apparecchiatura, tuttavia si impone di evitare il trattamento a donne in gravidanza, portatori di pacemaker e dosatori elettronici di farmaci e a persone affette da patologie oncologiche.

A seguito di un trauma, quanto tempo bisogna attendere prima di effettuare la terapia?

La scelta è sempre di pertinenza medica, ma possiamo anticipare che, normalmente, viene utilizzata da subito perché non genera calore e riduce notevolmente l'edema, il dolore e l'infiammazione già dalla prima seduta.

IT
 

Sei un professionista del settore ?

L’accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente. Cerc Therapy richiede di qualificarsi come professionista per procedere con la navigazione.

Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n. 46

Articolo 21

  1. È vietata la pubblicità verso il pubblico dei dispositivi che, secondo disposizioni adottate con decreto* del Ministro della Sanità, possono essere venduti soltanto su prescrizione medica o essere impiegati eventualmente con l’assistenza di un medico o di altro professionista sanitario.
  2. La pubblicità presso il pubblico dei dispositivi diversi da quelli di cui al comma 1 è soggetta ad autorizzazione del Ministero della Sanità. Sulle domande di autorizzazione esprime parere la Commissione di esperti prevista dall’articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, che a tal fine è integrata da un rappresentante del Dipartimento del Ministero della Sanità competente in materia di dispositivi medici e da uno del Ministero dell’Industria, del commercio e dell’artigianato.

* Il DM previsto dal comma 1 dell’articolo sopra citato non è stato ancora riportato. In questa fase, pertanto, vengono ammesse, comunque, soltanto pubblicità di dispositivi medici che, per le loro caratteristiche, sono inequivocabilmente acquistabili ed utilizzabili senza intervento di un sanitario.